Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



7 Luglio 2018, 16:07

Giovani musicisti da tutto il mondo in sala Ferrarini grazie al premio Città di Villafranca

Si chiuderà domani, domenica, il primo concorso internazionale “Città di Villafranca” per pianoforte e violino che ieri sera ha vissuto il primo atto in sala Alida Ferrarini col concerto di apertura. Alle 21, con ingresso libero, si terrà il concerto dei vincitori assoluti delle categorie del premio usciti dalla selezione del gruppo di 90 musicisti provenienti da ogni parte del mondo grazie alla pianista Chiara Soave e al violinista Antonio Granata fondatori dell’Associazione Musicale Quattro Quarti.
Venerdì sera si sono esibiti il violinista ucraino Oleksandr Semchuk, Marcello Mazzoni al piano e il Quartetto Guadagnini. Il concerto ha rappresentato l'apertura del concorso musicale rivolto a bambini e ragazzi dai 5 ai 24 anni. I partecipanti, suddivisi in due sezioni con sei categorie in base alla fascia d’età, sosterranno le audizioni in sala Ferrarini aperta al pubblico dalle 8.30 alle 19.30. Le due giurie sono presiedute dal pianista di fama internazionale, il villafranchese Alberto Nosè, e dal violinista Semchuk, che ha suonato con le maggiori orchestre dell'ex Unione Sovietica. Ne fanno parte, oltre a Soave e Granata, anche l'inglese Mark Messenger, lo svizzero Julien Zufferey, Gianna Fratta, per il violino, Cecilia Baccolo e la valeggiana Valentina Fornari per il pianoforte.
La serata è stata introdotta da Marco Dall’Oca che ha evidenziato come nella sala intitolata alla grande soprano villafranchese Alida Ferrarini siano ora ospitati questi giovani talenti.
«Abbiamo voluto istituire il premio Città di Villafranca - spiega il sindaco Roberto Dall'Oca - perché nel nostro territorio lo studio della musica è un’attività largamente sentita e diffusa».
«È un progetto che dà l'idea di come si possa rilanciare la cultura e valorizzare i nostri contenitori - spiega l'assessore Claudia Barbera - . Abbiamo portato a Villafranca un evento di respiro internazionale e che mette in primo piano i giovani. Uno di quegli appuntamenti da sostenere e incentivare per la promozione della nostra città. Portando cultura si fa compiere un salto di qualità a Villafranca e si contribuisce anche alla sua crescita economica portando gente sul territorio».

<< Torna