Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



30 Marzo 2019, 16:53

VillafrancArt. Un tocco d’arte e di colore finalmente a Villafranca

Un tocco d’arte e di colore finalmente a Villafranca. E’ stata inaugurata VillafrancArt col primo evento che è la mostra ‘‘Passaggi d’oro’’ dello scultore italo americano Roberto Santo. Le 27 opere esposte sul territorio da piazza Giovanni XXIII fino al Castello hanno trasformato il centro storico di Villafranca (fino al 3 giugno) in una galleria d’arte a cielo aperto.
«E’ un giorno importante per la città - spiega l’assessore Claudia Barbera -. Ci tenevamo a fare qualcosa di significativo per il rilancio culturale di Villafranca. Dopo la mostra su Salvador Dalì, ecco questa esposizione che vale un viaggio a Villafranca».
Un cambio di passo col passato voluto anche dal sindaco Roberto Dall’Oca: «Abbinare arte e conoscenza del territorio è il nostro intento. Abbiamo iniziato un percorso con un artista che ha mostrato di voler bene a Villafranca. Abbiamo l’ambizione di trasformare Villafranca in una città della cultura».
Lo scultore, che ha esposto in tutto il mondo, ha instaurato un legame stretto con Villafranca grazie alla Fonderia Arte Bronzo di Andrea Pisani dove da anni vengono fuse le sue opere in bronzo. «Senza Andrea con la sua Fonderia speciale non si poteva fare la mostra - dice Santo -. Quando voglio fare una mostra devo sognarla. E così è stato. Il Castello, il lungo viale centrale. Mi piace Villafranca». L’originalità delle opere esposte, sculture in bronzo inspirate alla classicità della Grecia e di Roma con qualcosa in oro, nascondono tutte un significato importante. Spiega l’artista: «Il passaggio d’oro vuol dire dare un tocco di futuro a un soggetto del passato. Poi, per esempio, volevo ravvivare e dare uno slancio di bellezza alla piazza vuota e triste. Per questo ho posizionato lì l’opera ‘‘il volo senza tempo’’. Spiccare il volo verso il bello. Opere grandi e anche piccole, per un contrasto tra la dolcezza e la forza. Ma poi a ognuno susciterà un’emozione diversa».
Soddisfatto, da villafranchese, anche Andrea Pisani: «Partiamo a mille con la prima edizione. Non ci poteva essere artista migliore di Santo per inaugurare questo appuntamento che vogliamo riproporre in futuro».


<< Torna