Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



16 Maggio 2019, 11:00

PalaVilla impazzito di gioia per la rimonta delle ragazze dell’Ecodent Point Alpo

Costa guida quasi tutto l’incontro, poi il piccolo genio dell’Ecodent Point Alpo, Sofia Vespignani, estrae dalla lampada un’incursione senza paura tra le braccia delle avversarie e si guadagna due tiri liberi a 6,9 secondi dalla fine. Li realizza entrambi decretando il 67-65 finale con cui le ragazze biancoblù hanno superato Costa Masnaga nella prima finale playoff del girone nord della A2 femminile di basket. Sabato sera è in programma gara-2 in trasferta dove le due squadre in pratica riparto da zero visto che a parità di successi conterà la differenza canestri. Pubblico delle grandi occasioni a Villafranca: partita tirata, ostica, fisica, come da copione, con le ospiti che hanno condotto nel punteggio per quasi tutto il match. Zampieri da una parte (20 punti e 25 di valutazione) e Baldelli dall’altra (24 e 27) le mattatrici dell’incontro, in una serata dalle basse percentuali al tiro dal campo (35% Alpo, 34% Costa).
Primo quarto equilibratissimo e ad alto punteggio: Vente mette a segno 8 punti dei primi 12 di Costa (11-12) dopo che Zampieri aveva portato avanti l’Ecodent Point sull’11-10. Le “pantere” accelerano con Rulli (11-16) ma Pertile da due e Zampieri da tre impattano sul 16-16. Il quarto si chiude con la tripla di Longoni e con lo spettacolare tap-in di Scarsi sulla sirena (18-21).
Costa inizia il secondo periodo con due falli in attacco, ciò nonostante si porta sul 18-25 con il tiro "da quattro" di Baldelli (tripla + libero). Galbiati spara a salve e le ospiti ne approfittano per raggiungere la doppia cifra di vantaggio con Picotti (22-32). Il pubblico di Villafranca si fa sentire e dà avvio al break biancoblu di 10-3, chiuso da 5 punti consecutivi di Zampieri (32-35). Coach Pirola si fa fischiare un fallo tecnico e la solita Zampieri, stavolta dalla lunetta, sigla il -2 all’intervallo (36-38).
Nel terzo quarto il tecnico arriva a Vespignani, scatenando in tribuna le ire anche degli insospettabili tifosi in giacca e cravatta, e viene finalizzato dalla solita Baldelli (38-44). Il punteggio si abbassa, l'Ecodent Point commette un'infrazione di 24" ma riesce a risalire con 5 filati di Ramò e con il contropiede di Vespignani (45-47). Anche Vente ne mette 5 consecutivi (48-52), Scarsi fallisce qualche conclusione di troppo e subisce un discutibile fallo tecnico, finalizzato, manco a dirlo, da Baldelli (libero del 48-53 che conclude il terzo periodo).
Nella frazione conclusiva arriva il pareggio con l'unico canestro della serata di Galbiati (tripla del 53-53), cui rispondono Vente dalla lunetta e Frustaci in sottomano dalla linea di fondo e con una pesantissima tripla (53-60). Dopo il time-out richiesto da coach Soave, ecco la tripla di Pertile e il cesto in post basso di Zampieri (58-60); Baldelli infila la sua quinta tripla (58-63), ma stavolta la reazione biancoblù è veemente: parziale di 7-0 che vale il sorpasso. Sono Ramò e Pertile a concretizzare il 65-63 con cui si entra nell'ultimo minuto di gioco. Rulli e Vente mancano l'aggancio, Vespignani sbaglia la conclusione da fuori area e Baldelli pareggia dalla lunetta (65-65) a 12 secondi dalla sirena. Dopo il time-out, Vespignani subisce fallo in entrata e mette i liberi del 67-65 a 6 secondi dalla sirena, prima del doppio errore di Balossi e Rulli che fanno calare il sipario su gara-1.

<< Torna