Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



7 Giugno 2019, 17:49

Scuola. Una ‘’maratona'' di riconoscimenti in sala Ferrarini per la consegna dei premi Cinema a Scuola e Legalità

Dopo mesi di lavoro da parte degli studenti per il Festival dei cortometraggi scolastici, Villafranca ha ospitato il gran finale del progetto ‘‘Cinema a scuola’’ promosso dalla Rete di Cittadinanza Costituzione e legalità, che riunisce 56 scuole di Verona e provincia, guidata da Mario Bonini e coordinata da Anna Lisa Tiberio col patrocinio del MIUR e del Ministero dei Beni Culturali. Il galà conclusivo in sala Ferrarini si è arricchito con l’atto finale del bando ‘Segni, parole e immagini per la legalità’. Una lunghissima passerella di scuole e personalità che si sono distinte in questi settori a livello provinciale, regionale e nazionale, con intermezzi musicali.
«Un momento formativo ed educativo per i ragazzi che hanno affrontato temi che pongono le basi di una vera cittadinanza attiva e democratica - ha spiegato il dirigente Bonini - ma anche di riflessione per tutta la comunità».
Scuole premiate BANDO CINEMA A SCUOLA - Scuole Primo Ciclo. Istituto Comprensivo Soave “Il Quinto Piolo”, Scuola Secondaria di Primo Grado Don Allegri Villafranca “Cittadini a Villafranca’’, Scuola Secondaria di Primo Grado di Ronca ‘M Di Memoria’’. Scuole Secondo Ciclo. Liceo Medi “Antigone” girato al Parco Giardino Sigurtà, Istituto Carlo Anti “Senza Parole”, Liceo Preti Frangipane - Reggio Calabria in collaborazione con Associazione Darsana Teranga e il Comune di Siderno Maramandra.
Scuole premiate bando ”SEGNI, PAROLE ED IMMAGINI PER LA LEGALITÀ” - Scuola Secondaria di I Grado Simeoni Montorio, Istituto Comprensivo Valeggio sul Mincio (Scuola Secondaria di II Grado 3G-3E-3B per le opere grafico pittoriche), Istituto Comprensivo Casaleone (progetto ‘Rispetto degli animali’ in collaborazione con la Lav), Liceo Anti Villafranca (Progetti di Peer Education, Contrasto al Cyberbullismo e Promozione di campagne per una Cittadinanza Responsabile), Istituto Medici Legnago (Progetti Miur), Istituto Stefani Bentegodi (Progetti Miur e Natura Docet), Istituto Bolisani Villafranca (Percorsi teatrali e il progetto Racconta Villafranca), Istituto Levi Montalcini Dossobuono (Spot sul benessere di Zatac).
Era la serata del cinema ma tanti i premi legati alla legalità.
CHIAVE D’ARGENTO DELLA LEGALITA' - Gianpietro Ghidini (Fondazione Ema Pesciolino Rosso), Angelo Antonucci (Regista), Giuseppe Bungaro (Alfiere della Repubblica), Antonio Lucente (Monsignore), Ivana Petricca (Questura della Polizia di Stato), Luigi Bianco e Luca Tonan (Polizia di Stato), Comandante Ettore Bramato, Cap. Mossenta, Maresciallo Rossato (Carabinieri), Francesco De Simone (Comandante Terzo Stormo) con il Ten. Col. Capogna e le professoresse De Tullio e Sbrozzeri, Luigi Altamura (Polizia Municipale Verona), gli ex sindaci Tomas Piccinini (Mozzecane) e Angelo Tosoni (Valeggio). Promozione della legalità - Perla Stancari (già prefetto di Verona), Emilia Bressanelli (già dirigente scolastico), Antonella Zamperini (Polizia municipale Villafranca).
LIBRO - Marinella Spellini (Daniela Muraca ha consegnato ufficialmente la copia n. 1 del libro ‘‘Libertà e legalità’’ che sarà inviato a tutti gli uffici scolastici territoriali d’Italia).
PREMI SPECIALI - Gabriele Spallino (Giovane regista emergente), U.n.i.v.e.r.s.o (Percorsi di Primo Soccorso e Volontariato nelle Scuole), Laura Troisi (Accademia Mondiale della Poesia), Casa di Deborah (Casa di accoglienza per adolescenti), Associazione Nazionale Azione Sociale, Tiziano Fazzi Civicamente (Piattaforma Educazione Digitale), Graziella Bazzoni Le.Viss (Promozione cellule staminali emopoietiche), Flavia Rossignoli Cooperativa Sociale Filo Continuo ( Volontariato), Luca Ceriani (percorsi di volontariato rivolti ai giovani nel mondo della disabilità), Paolo Venturini Polizia (Impresa Sportiva), Tommaso Girelli (Paraolimpico Nuoto), Michele Zilocchi e Valentino Dal Pozzo (Olympic Basket in Carrozzina Verona), studenti Filippo Baciga (Progetto sulla Mafia), la coreografa Cristiana Cristiani (Membro del Consiglio Internazionale della Danza Cid Unesco) del Brano ‘‘Le cose che cambiano’’ di Massimo Zoara, Giuseppe Sigurtà (titolare del parco).

GUARDA LA FOTOGALLERY

<< Torna