Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



23 Settembre 2019, 11:10

Mercatino antiquariato. 25 anni da protagonista per la promozione di Valeggio

Era partito nel 1994 tra tante difficoltà ma con tante speranze. Dopo 25 anni, con circa 150 espositori, il mercatino dell’antiquariato di Valeggio si è ritagliato un posto importante nel panorama del settore a conferma che l’intuizione di Marileno Brentegani, allora presidente dei commercianti, era vincente. Con la Pro Loco e il Comune a sostegno, l’iniziativa è passata poi sotto l’ala dell’associazione Percorsi. «Anche in questo caso si è dimostrato che uniti si fa di più e meglio - sottolinea Brentegani - e negli anni il mercatino si è aperto anche al modernariato ampliando il suo raggio d’azione. Abbiamo raggiunto l’obiettivo di rivitalizzare il centro di Valeggio e promuovere la nostra città».
Il traguardo è stato festeggiato con una piccola cerimonia in municipio con una mostra ricordo e la consegna della stampa celebrativa di Pietro Titoni in numero limitato. Sono intervenuti i sindaci che hanno scandito il percorso del mercatino, rappresentanti delle varie associazioni, l’on. Valbusa e persone che hanno collaborato a vario titolo. «Impegno, passione, costanza, dedizione e amore per Valeggio accomuna i volontari dell’associazione Percorsi e della Pro Loco che tanto fanno per la promozione del nostro paese - si congratula il sindaco Alessandro Gardoni -. Ed è grazie a persone come queste se negli anni è diventato un appuntamento così importante, un’eccellenza per la nostra comunità, che richiama turisti e appassionati».
Significativo il messaggio del presidente Pro Loco Gianluca Morandini, letto dalla segretaria Alessandra Guerra: «Era una scommessa ed è diventata una pietra miliare del calendario valeggiano. Certi risultati non si raggiungono per caso ma grazie al lavoro delle persone che ci sono dietro e che danno tanto senza chiedere nulla».
Nadia Pasquali dei ristoratori è andata anche oltre e ha chiesto che venga assegnata una «medaglia al valore» a chi tanto ha dato la proprio paese.

<< Torna