Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



26 Novembre 2019, 12:19

Il convegno di Serit a Valeggio. «Troppi rifiuti e cibo sprecato»

«Sprechiamo troppo cibo e produciamo troppi rifiuti, bisogna invertire la rotta». Lo ha detto il presidente Massimo Mariotti al convegno ‘‘Non sprecare. Conosci, cambia, previeni’’, organizzato da Serit a Villa Sigurtà di Valeggio sul Mincio, che ha concluso la settimana europea dei rifiuti. «Una giornata che abbiamo dedicato agli amministratori dei 58 Comuni che serviamo, ma anche agli altri, perché stiamo facendo un percorso al fine di recuperare il più possibile e sprecare il meno che si può, e non solo a livello alimentare - spiega Mariotti -. La raccolta differenziata è un’ottima medicina alla malattia dei rifiuti perché ne stiamo producendo troppi».
A far gli onori di casa il sindaco Alessandro Gardoni con gli assessori Franca Benini, Bruna Bigagnoli e Veronica Paon. «Anche a livello locale dobbiamo impegnarci di più cercando ad esempio che venga utilizzata la frutta che magari viene lasciata sugli alberi perché non è conveniente raccoglierla sotto il profilo economico».Importante il ruolo che le istituzioni hanno nel creare nei cittadini il corretto atteggiamento nei confronti dello spreco alimentare. Serit ha presentato due progetti predisposti dal direttore Maurizio Alfeo. «Il primo è rivolto alle scuole in collaborazione coi Comuni grazie ad un gioco in cui si impara a fare la spesa. L’altro è una trasmissione televisiva in cui un nostro mezzo elettrico, che verrà attrezzato con una cucina, arriverà nelle piazze ed uno chef cucinerà piatti senza sprecare nulla. Due progetti selezionati come eccellenze nella rete europea di cui Serit fa parte e che concorreranno al premio finale».
Si è tenuto anche uno “Show cooking” utilizzando scarti o alimenti meno noti in linea con il tema della giornata. Protagonisti lo chef lombardo Alessandro Severino e Leopoldo Ramponi, del ristorante Al Bersagliere, che ha lanciato l’iniziativa dei ristoratori aderenti a Confcommercio Verona di realizzare un piatto apposito con ricavato da destinare alle popolazioni veneziane.


<< Torna