Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



9 Gennaio 2020, 16:59

Aprono le farmacie a Pizzoletta e Alpo: diventano 10 nel territorio comunale

Diventano 10 le farmacie sul territorio villafranchese. Alle 8 esistenti (4 Villafranca, 2 Dossobuono, Quaderni e La Rizza) si aggiungono quelle di Alpo e Pizzoletta che saranno aperte il 13 e inaugurate sabato 18. «La legge permetteva un potenziamento visti gli abitanti e avevamo dato indicazione perché fossero aperte ad Alpo e Pizzoletta in modo da garantire la copertura di tutto il territorio - sottolinea il sindaco Roberto Dall’Oca, accompagnato dal delegato alle frazioni Adriano Cordioli -. E'un servizio considerato da noi essenziale e così andiamo a dare una risposta importante al territorio perché la farmacia è il primo presidio ospedaliero per la gente». Una richiesta partita dal territorio e fatta propria anche dal consiglio comunale dei ragazzi per dare una risposta ai nonni bisognosi di medicine. Ad Alpo servirà 2600 abitanti e sarà in via don Provolo. La gestiranno Lorena Zerba e Caterina Donella colleghe e amiche da 25 anni. «Siamo molto contente perché un sogno si concretizza e questo va a collimare in maniera perfetta con le esigenze dei cittadini che serviremo mettendo la massima professionalità. Il benessere del cittadino sarà al centro del nostro lavoro. Vorremmo che diventasse per i cittadini un punto di riferimento, un ambiente famigliare». Il consigliere Andrea Pozzerle è soddisfatto: «Era nel nostro programma e aver raggiunto l’obiettivo così in fretta è importante».
A Pizzoletta, 1350 abitanti, sarà aperta in via Duca degli Abruzzi da Erica Mori e Giulia Marabesi. «Siamo contente di questa possibilità, abbiamo già lavorato in farmacia a Legnago e attualmente in parafarmacia a Cerea. Sarà un servizio per la comunità. I cittadini ci hanno già mostrato il loro entusiasmo, per la comodità di non doversi spostare».
Il consigliere Giancarlo Bertolotto e l’assessore Jessica Cordioli la considerano un’attività commerciale ma soprattutto un servizio alle persone: «Sembrava una cosa campata in aria e arriviamo invece a colmare una carenza».

<< Torna