Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



13 Gennaio 2020, 10:36

Alpobasket travolgente per 3’: basta per vincere a Milano

Con un finale strepitoso l'Ecodent Point Mep Alpo coglie la quinta vittoria consecutiva in casa del Sanga 55-59 con parziali 15-20 (15-20), 33-29 (18-9), 41-44 (8-15), 55-59 (14-15). Miglior marcatrice Reani (15), protagonista del recupero e del sorpasso finale, poi Granzotto (11), Policari (10), Dell’Olio (9), Coser (5), Mosetti (4), Vespignani (3) e Dzinic (2). Decisivo il break biancoblù di 2-11 negli ultimi 2’ 29" di partita che ha ribaltato il risultato a favore dell'Alpo Basket. Il succo della gara sta proprio nel finale. A 3 minuti dalla sirena finale la tripla di Beretta fissa il +5 (53-48). La rimonta ospite prende il via con i canestri da due di Granzotto e Policari, seguiti dalla tripla di Reani che vale il sorpasso (53-55) a 1'17" dal gong. L'ex Toffali dalla lunetta sigla l'ultimo pareggio meneghino (55-55) quando inizia l'ultimo minuto di gioco, Granzotto dalla lunga fallisce il vantaggio, ma il rimbalzo finisce nelle mani del piccolo genio Vespignani che tira fuori dalla lampada la cosa più bella della sua gara appoggiando il +2 a 37" dalla fine (55-57). Dopo il time-out, palla a Beretta che sbaglia la tripla del sorpasso a 13", fallo di Trianti su Reani che la chiude dalla lunetta con un 2/2 (55-59).
L'Alpo aveva iniziato il match con due triple di Marta Granzotto (4-6) in un primo quarto all'insegna dell'equilibrio. Il Ponte Casa d'Aste si presenta in campo privo della straniera Cicic ma riesce ad arrivare a metà tempo sul +2 (10-8), le ospiti contro-sorpassano con i liberi di Dzinic (10-11), mentre dall'altra parte Guarneri domina sotto le plance (14 rimbalzi per lei alla fine) e mette pure il canestro della parità (13-13). Il finale del periodo è tutto veronese e si chiude con i canestri di Reani e Mosetti (15-20 al primo mini riposo). Il secondo quarto è tutto per la squadra di Pinotti che realizza esattamente il doppio dei punti delle ospiti (18 contro 9) le quali, prima raggiungono la doppia cifra di vantaggio (15-25) e poi subiscono un parziale di 12-0 che cambia l'inerzia del match (27-25). Dell'Olio da due e Policari dalla lunetta ridanno fiato alle biancoblù (28-29) ma non hanno fatto i conti di Lussana che si mette in proprio e sigla un 5-0 che manda tutti negli spogliatoi (33-29 all'intervallo lungo).
Nel terzo quarto le parti si invertono ed è l'Ecodent Point Mep a "doppiare" le avversarie (8-15 il punteggio dell'intero periodo): le veronesi passano avanti a metà tempo (37-38) con il cesto di Reani e allungano sino al 39-44. Milano litiga con il canestro realizzando 6 punti in 9':40" e chiudendo il periodo con il canestro della solita Guarneri (41-44). La frazione conclusiva è punto a punto: il numeroso pubblico del PalaGiordani si fa sentire e le milanesi passano avanti (50-46) con Guarneri dalla lunetta e Beretta da tre (20 punti alla fine per quest'ultima). La formazione di Soave dimezza il ritardo con i personali di Policari (50-48). Poi il convulso finale.
«Gara dura, contro un avversario in un ottimo momento di forma: bravi noi a recuperare dal -5 a due minuti e mezzo dalla fine» così coach Nicola Soave commenta a caldo la sofferta vittoria. E sabato prossimo big match con Crema che ha battuto nettamente la capolista Moncalieri.

<< Torna