Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



21 Gennaio 2020, 17:38

Welf Care, un progetto di ascolto e confronto per intercettare le esigenze dei giovani

Al via il periodo di presentazione del progetto Welf Care, la cui finalità è di promuovere un modello di welfare che, coinvolgendo i cittadini, gli enti, le imprese e le organizzazioni presenti sul territorio, arrivi alla formulazione di pratiche sociali più rispondenti ai bisogni espressi dalla popolazione. Stamattina in comune la presentazione della parte che riguarda i giovani.
«Lo scopo è avvicinare chi non vede nel Comune una risorsa e incontrare i giovani per capire i loro interessi, attitudini, attività - spiega l’assessore Jessica Cordioli -. Un confronto a 360 ° coi ragazzi dal 2003 al 2006. Vogliamo incontrare i gruppi che si sono già avvicinati all’attività dell’Amministrazione ma anche e soprattutto intercettare i ragazzi che non fanno parte di gruppi o associazioni. Dopo gli incontri faremo sintesi per il progetto. Ci siamo spesi per il centro giovanile dedicato ai ragazzi e con loro bisogna ragionare sui contenuti da inserire». Un progetto in collaborazione con la cooperativa sociale Sol.Co. e Piccola Fraternità di Dossobuono finanziato da Cariverona.
«Welfcare è un facilitatore di comunità - spiega Lucia Cometti -. Raccogliere le esigenze dalla comunità per conciliare vita, famiglia e lavoro, per costruire insieme alla comunità un benessere che parta dal basso. Ci siamo propositi anche in passato con servizi come doposcuola di comunità, servizi per i minori, eventi in spazi pubblici». L’obiettivo, dunque, è una sorta di mappatura delle esigenze dei giovani dando voce ai ragazzi, esplorando le loro esigenze e trovando insieme le risposte.
«Abbiamo contattato associazioni, gruppi informali di Pizzoletta, Quaderni, Rosegaferro, Villafranca e Dossobuono - sottolinea l’educatrice Valentina Costa -. Dai 20 anni in su i ragazzi riescono ad organizzarsi, quelli più giovani è più difficile e quindi ci rivolgiamo a loro. Vari contenitori da utilizzare come la palazzina sistemata al Mercato Ortofrutticolo. Qualora emergessero idee da realizzare al centro giovanile, si vedrà la fattibilità».
Intanto sabato 25 dalle ore 17:30 alle 19.30 a Binario Zero, alla stazione di Villafranca, è in programma l’evento Aperidea proposto dagli assessori alle Politiche Giovanili Jessica Cordioli e Giulia Farina, rispettivamente dei Comuni di Villafranca di Verona e Povegliano Veronese, assieme ai ragazzi che hanno aderito al progetto Groove - Anima Coolturale. L’evento-aperitivo è rivolto a giovani dei Comuni di Villafranca e Povegliano che hanno voglia di farsi coinvolgere in azioni di cittadinanza attiva in ambito culturale e di animazione comunitaria. Potranno condividere idee, passioni e progetti futuri da realizzare sui territori di Villafranca e Povegliano. Si parlerà di arte, libri, musica, fotografia, ambiente e teatro. (info 3667507223)

<< Torna