Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



21 Febbraio 2020, 10:28

Approvato il bilancio di previsione. Tassazione ferma al 2017, oltre 6 milioni le spese per il personale

Il Consiglio ha dato via libera al Bilancio di previsione con i voti della maggioranza di Centrodestra mentre la minoranza ha votato contro.
Per quanto riguarda la tassazione, l’IMU praticamente congloba le aliquote TASI (soppressa), mentre la TARI sarà definita entro il 30 Aprile,. Sono confermate le aliquote già deliberate negli anni scorsi, relative all’Imposta di Soggiorno, all’Addizionale Comunale Irpef, all’Imposta di Pubblicità, alla COSAP.
«E’ una tassazione ferma dal 2017 - afferma l’assessore Riccardo Maraia -. Nonostante i tagli consolidati sui trasferimenti statali riusciamo a mantenere inalterato lo stanziamento legato al sociale, circa 3.800.000 Euro alle scuole materne e ai nidi che assorbono circa Euro 1.200.000».
Il totale delle entrate correnti ammonta a Euro 25.175.536,75.
Per quanto riguarda le entrate tributarie (Euro 17.046.245), la voce principale è l’IMU (5.390.000), poi ci sono ICI/IMU/TASI partite arretrate e recupero dell’evasione per complessivi Euro 365.000, l’imposta pubblicità ed affissioni (460.000), l’addizionale IRPEF (3.790.000), l’imposta di soggiorno (255.000) e la TARI (4.687.800). Il recupero evasione TARI/TARSU ammonta ad € 270.000.
Ci sono poi le entrate extratributarie per Euro 6.987.557,75.
Le voci più rilevanti riguardano i proventi dalle funzioni generali di amministrazione (diritti) – carte d’identità – rilascio autorizzazioni (Euro 300.000), proventi lordi Servizio Polizia Municipale (818.500), istruzione pubblica come rette/trasporti/doposcuola/mensa (760.000), attività culturali (45.000), viabilità e parcheggi (180.000), entrate impiantistica sportiva (97.000), canone servizio idrico (238.000), proventi asilo nido (145.000), proventi servizi cimiteriali (140.000), vettoriamenti gas metano (1.075.000), canone farmacie comunali (408.700), servizio raccolta del verde (115.000), canone occupazione spazi ed aree pubbliche (450.000), fitti terreni, fabbricati e concessione impianti (551.000), utili da aziende partecipate (260.000), interessi attivi (400), concessioni cimiteriali (100.000), proventi raccolta differenziata (220.000), servizi sociali (23.000).
La previsione della spesa corrente, comprensiva della rata per l’ammortamento dei mutui e dei prestiti, è di Euro 25.551.298,28.
Le voci più significative sono costo del personale (Euro 6.080.000), spese per servizio dei rifiuti, che è sostanzialmente una partita di giro (5.000.000), spese destinate al sostegno delle attività delle scuole materne e dei nidi del territorio (1.200.000), spese erogate all’ULSS 22 per i servizi alla disabilità e le politiche sui minori (1.000.000), spese per i restanti interventi di carattere sociale (1.600.000), per quote interessi (475.000), per quota capitale per ammortamenti mutui e prestiti (1.443.397) che comprendono Euro 372.367,00 per estinzione anticipata mutui che corrisponde al 10% dei proventi, derivanti dalle alienazioni previste in applicazione di quanto imposto dal D.L. 78/2015.

A seguire il dibattito sugli interventi e le alienazioni

<< Torna