Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



7 Maggio 2020, 12:11

Cavalchini Moro. Consegnati altri 36 dispositivi per la didattica a distanza. Tiberio chiede interventi al Ministro

L'Istituto Comprensivo di Villafranca Cavalchini Moro e l'Amministrazione Comunale hanno provveduto ad organizzare la consegna di altri 36 dispositivi (pc e tablet) per consentire agli alunni della scuola Primaria e Secondaria di usufruire delle modalità di didattica a distanza. La distribuzione a domicilio è avvenuta, come per la consegna dei precedenti portatili, tramite l'Associazione Anioc delegazione di Verona, Gruppo Volontari Operatori DAE.
«Per garantire un effettivo diritto allo studio è necessario superare i limiti e realizzare una effettiva partecipazione alle attività formative proposte dall’Istituto - spiega la dirigente Caterina Merola - offrendo anche un'adeguata strumentazione tecnologica che vada per esempio oltre i limiti del semplice cellulare. Il nostro Istituto cerca così di ridurre le distanze e le differenze per realizzare un'effettiva inclusione, senza allontanare o escludere ma tutelando il fondamentale diritto all'istruzione. Un particolare grazie va al presidente Giuliano Luigi Bissolo che con l'assessore Annalisa Tiberio e il sindaco Roberto Dall'Oca hanno coordinato le modalità di intervento per raggiungere ogni famiglia e rispondere ai bisogni di ciascun alunno».
Il sindaco Dall’Oca giudica importante questa iniziativa: «La didattica on line non può sostituire quella in presenza ma può arricchirla di nuove proposte metodologiche didattiche.E gli strumenti tecnologici sono fondamentali».
L’assessore Tiberio si è rivolta al ministro Azzolina chiedendo di fare una mappatura seria degli spazi che ogni territorio ha a disposizione perché diventino luoghi educativi e didattici implementando e valorizzando progetti già inseriti nei Piani dell'offerta formativa triennale.
«Penso ai musei, ai giardini botanici, ai cinema, alle fattorie didattiche, alle botteghe artigianali, alle case vinicole, alle parrocchie, ai centri giovanili, agli spazi ascolto, ai campi sportivi, ai presidi militari, alle sedi della Protezione civile, alle sedi di Associazioni di volontariato, alle aule magna di ospedali. alle sale convegni di banche.....tutti spazi che potrebbero essere utilizzati per lezioni innovative e dare opportunità altamente formative. Ringrazio tutte le docenti che rispondono ad ogni ora del giorno ai quesiti di studenti e genitori e sempre utilizzando le piattaforme in uso ed autorizzate dalle Istituzioni scolastiche».


<< Torna