Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



20 Giugno 2020, 11:38

Lupatotina Luce e Gas. Approvato un bilancio invidiabile. E alla guida c’è un villafranchese

Bilancio 2019 positivo per Lupatotina Gas e Luce. E alla sua guida c’è un villafarnchese. E’ Loriano Tomelleri, di Dossobuono, riconfermato amministratore unico per i prossimi tre anni.
L’assemblea dei soci di Lupatotina Gas e Luce ha approvato un bilancio che vede un trend sempre in crescita se si pensa che nel corso degli ultimi 13 anni la società, a completo capitale pubblico e sotto la direzione Tomelleri, è passata da due a dieci dipendenti, con una presenza attualmente in 88 dei 98 Comuni del veronese. Con l’apertura, oltre della sede principale nel capoluogo, anche di una a Raldon, Buttapietra, Ronco all’Adige e lo scorso dicembre a Bussolengo.
«Nel corso di questo esercizio, la società ha registrato il consueto incremento complessivo delle utenze, sia per l’attività di gas metano che per l’attività di energia elettrica - spiega Tomelleri -. Con un fatturato che è passato da 13 milioni e 300.00 euro del 2018 ai 15 milioni e 800.000 euro del 2019. Numeri, quindi, sicuramente significativi. Ma quel che conta di più è che Lupatotina Gas e Luce ha adottato la medesima filosofia e politica aziendale che da sempre ha contraddistinto la società: presenza sul territorio e qualità nel servizio. La scelta di non avvalersi di consulenti esterni né tantomeno di società specialistiche che usano mezzi non condivisi per arrivare al cliente finale, come può essere la tecnica del porta a porta o del contratto telefonico, ha comportato una crescita risultata essere più lenta, ma più stabile nel tempo».
E gli utili vengono riversati sul territorio sotto forma di sostegni all’attività culturale, sportiva, sociale, scolastica. negli scorsi mesi Lupatotina aveva finanziato il bookcrossing in Biblioteca comunale a Villafranca raccogliendo l’appello del presidente Renzo Campo dell’Orto.
Relativamente al gas, l’incremento nel corso dell’ultimo anno è stato di 569 unità, facendo così attestare il totale dei clienti attivi a 12.835 al 31 dicembre 2019.
Relativamente al servizio di vendita di energia elettrica, il numero di clienti attivi alla stessa data è di 7.277 unità, contro i 3.874 clienti del primo anno di attività completo, con un incremento di ben 3.403 unità.
Il dato dell’energia elettrica evidenzia come la scelta condivisa con il socio si stia rivelando vincente per San Giovanni Lupatoto, ma importante anche al di fuori del nostro Comune, ottemperando così da parte della società agli indirizzi dell’Amministrazione comunale.
Al 31 dicembre 2019 sono stati venduti 28.444.944 metri cubi di gas metano contro 28.322.607 venduti nell’esercizio precedente; la differenza si attesta attorno allo 0,43% in più e riconferma gli anomali andamenti climatici dell'ultimo quinquennio. Il significativo aumento del numero di clienti finali ha comportato tuttavia un aumento dei volumi di gas. Per quanto riguarda l’energia elettrica, al 31 dicembre 2019 i clienti attivi risultano essere 7.277 per un totale di 18.426.605 kwh.; i ricavi relativi alla vendita di energia elettrica sono pari a circa € 3.469.929.
«Una sfida, quella dell’energia elettrica, lanciata qualche anno fa e alla quale in pochi credevano» commenta soddisfatto il sindaco di San Giovanni Lupatoto Attilio Gastaldello. «Merito di scelte amministrative azzeccate ma anche di una squadra, quella di Lupatotina Gas e Luce, che si è rivelata vincente sotto la guida di Tomelleri» aggiunge l’assessore alle Partecipate Maria Luisa Meroni.
Da sottolineare come l’incremento complessivo e costante delle utenze nel corso degli anni testimonia il consolidamento e lo sviluppo concreto dei risultati aziendali, creando anche valore aggiunto per la società.
Come per gli ultimi esercizi è stato confermato il servizio che la società offre alla clientela: vedi ad esempio lo sportello presente sul territorio con un’apertura di sei giorni su sette, l’integrazione delle letture con un numero superiore a quanto previsto dall’Autorità, lo “sportello a casa tua”. In un momento particolarmente delicato è proseguito l’aiuto alle fasce più deboli, come concordato con i servizi sociali del Comune lupatotino così come per gli altri di riferimento.


<< Torna