Scavolini
Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



13 Ottobre 2020, 11:48

Partita la campagna di vaccinazione anti influenzale

E’ partita la campagna di vaccinazione anti influenzale. Nella sede dell’Ulss 9 sono state presentate le novità di quest’anno.
La vaccinazione è offerta gratuitamente tra gli altri ai soggetti di età pari o superiore a 65 anni ma da quest’anno anche agli adulti dai 60 ai 64 anni e ai bambini dai 6 mesi ai 6 anni di età, che prevede un accordo di collaborazione dell’Azienda ULSS 9 con i Pediatri di Libera Scelta.
Di seguito l’ordine di priorità indicato dalla Regione Veneto per le categorie da vaccinare:
1. operatori sanitari;
2. ospiti delle Strutture Residenziali;
3. soggetti a partire dai 60 anni di età;
4. donne in gravidanza.
5. soggetti affetti da patologie croniche che aumentano il rischio di complicanze da influenza;
6. bambini dai 6 mesi ai 6 anni di età;
7. familiari e contatti (adulti e bambini) di soggetti ad alto rischio di complicanze (indipendentemente dal fatto che il soggetto a rischio sia stato o meno vaccinato);
8. soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e altre categorie di lavoratori.
9. donatori di sangue.
10. personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani;
La campagna di vaccinazione antinfluenzale viene realizzata dai Servizi Igiene Sanità Pubblica (SISP) delle Aziende ULSS insieme ai Medici di famiglia, che si trovano in una posizione privilegiata per conoscere i bisogni di salute dei propri assistiti ed offrire attivamente la vaccinazione agli ultrasessantenni e alle categorie a rischio. I Pediatri di libera scelta collaborano con i Servizi di Sanità Pubblica per la vaccinazione dei bambini.
Oltre alla vaccinazione per la prevenzione della trasmissione dei virus influenzali, così come di altri agenti infettivi è importante seguire scrupolosamente le seguenti indicazioni:
• LAVARSI spesso le mani, gesto semplice ed economico, ma che costituisce una delle pratiche più efficaci per il controllo della diffusione delle infezioni, anche negli ospedali (in assenza di acqua l’uso di gel alcolici).
• COPRIRSI bocca e naso quando si starnutisce o tossisce;
• RESTARE in isolamento a casa nella fase iniziale delle malattie respiratorie, specie febbrili;
• EVITARE il contatto stretto con persone ammalate
• MANTENERE una distanza di almeno un metro da altre persone
• EVITARE posti affollati
• RIDURRE il tempo di contatto stretto con persone malate e usa sempre la mascherina.
• EVITARE di toccarsi occhi, naso o bocca.
«Visto che non è esclusa una co-circolazione di virus influenzali e SARS-Cov-2, è importante ribadire l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, in particolare in soggetti ad alto rischio di tutte le età, per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, dati i sintomi simili tra Covid-19 e influenza - afferma il direttore sanitario Denise Signorelli -. Il Ministero ci chiede copertura di 75% della popolazione oltre 65 anni. L’anno scorso copertura del 57,02%, mentre il 95% è l'obiettivo ottimale. Faremo di tutto per non fermarci alle 247 mila dosi che abbiamo ma cercheremo di procurarcene altre. Ai primi di novembre faremo un’altra fornitura ai medici di base. Il problema è che le dosi sono circa 80 mila dosi in più del 2019 ma le persone che quest’anno vogliono aderire sono tantissime. Stiamo cercando sinergie con le farmacie perché le dosi arrivino anche alla popolazione non a rischio».
I pediatri raccomandano la vaccinazione dei bambini che sono gli untori principali in quanto i primi che si ammalano e poi la trasmettono a genitori e nonni.
Impegnati 570 medici di famiglia. Da ieri iniziate le vaccinazioni in ambulatorio e domicilio. Accesso su appuntamento negli ambulatori. Dove possibile, in collaborazione con Comuni, Protezione Civile e volontariato, si stanno organizzando campagne di vaccinazione in spazi ampi.
«Il rullo dei sindaci è divulgare il messaggio, mettere a disposizione le strutture, organizzare le modalità - sottolinea Flavio Pasini, Pres. Conferenza dei Sindaci-. Il nostro è più che mai un gioco di squadra».
Come gli anni scorsi e previo appuntamento telefonico, gli operatori sanitari degli ambulatori vaccinali presso le sedi dei Distretti 1-2, 3 e 4 (vedi tabella) saranno disponibili a vaccinare gli adulti (che per motivi vari non hanno effettuato la vaccinazione presso il loro Medico di medicina generale) a partire dalla fine di novembre 2020, con modalità che saranno rese note in seguito.

Scarica tabella dosi. Clicca qui Influenza2020
Scarica sedi e recapiti. Clicca qui Influenza2020a


<< Torna