Scavolini
Cantina di Custoza
Nuova Ottica

Notizie



12 Novembre 2020, 17:29

Bandiera Arancione a Valeggio sul Mincio da parte del Touring Club

«Saluto con grande soddisfazione l’attribuzione della Bandiera Arancione a Valeggio sul Mincio da parte del Touring Club: è il nono borgo del Veneto a ottenere questo prestigioso riconoscimento, a conferma della straordinaria ricchezza culturale, artistica, storica e paesaggistica del nostro territorio, ma anche la diffusa vocazione all’ospitalità. Una bella notizia che ci allieta in questo momento di grandi problemi e preoccupazioni a causa del Coronavirus».
Così l’assessore al turismo della Regione del Veneto, Federico Caner, commenta la notizia dell’assegnazione a cinque nuovi Comuni italiani, tra cui appunto Valeggio sul Mincio, della Bandiera Arancione. Sono 252 in tutta Italia i borghi “dove la qualità dell’accoglienza, la sostenibilità ambientale, la tutela del patrimonio artistico e culturale si uniscono per regalare un’esperienza di viaggio autentica – scrive sul suo sito lo stesso TCI –. Sono piccoli centri che accolgono i viaggiatori grazie a comunità ospitali che, con impegno ed entusiasmo, mantengono vive le tradizioni, tutelano il patrimonio locale e animano i territori attraverso l’organizzazione di eventi e manifestazioni”.
Valeggio sul Mincio si aggiunge così a queste otto Bandiere Arancioni del Veneto: Arquà Petrarca (Pd), Asolo (Tv), Malcesine (Vr), Marostica (Vi), Mel (Bl), Montagnana (Pd), Portobuffolè (Tv) e Soave (Vr).
Questa la motivazione del riconoscimento alla località: «Valeggio sul Mincio si distingue per la varietà e il valore del patrimonio storico-culturale, con numerosi attrattori ben conservati. Il centro storico e la frazione Borghetto sono caratteristici, ben conservati e vivaci con diversi punti vendita di prodotti tipici, ristoranti e strutture ricettive. Dedicato ed efficiente il servizio di informazioni turistiche capace di fornire tutte le informazioni utili per scoprire il territorio, le sue bellezze e i servizi offerti ai visitatori».
Caner si congratula per il traguardo raggiunto con l’intera comunità valeggiana, con le sue istituzioni e associazioni, con la sua realtà imprenditoriale: «Mi auguro che questo premio dia ulteriore slancio alla valorizzazione della suggestiva e accogliente località posta sulle rive del Mincio, al confine tra Veneto e Lombardia, e che sia soprattutto di buon auspicio per il rilancio dell’offerta turistica quando finalmente ci saremo lasciati alle spalle la tragedia di una pandemia che continua a farci tanto del male».



<< Torna