Presentato il Tavolo Tecnico permanente di confronto per le 21 Case di riposo. Davide Tumicelli coordinatore

Davide Tumicelli è stato nominato coordinatore di un Tavolo Tecnico permanente di confronto dei 21 Centri Servizi alla Persona con l’Ulss 22 e la Conferenza dei Sindaci. Tre i presidenti: Antonio Aldrighetti (Ipab Sommacampagna), Davide Tumicelli (Villafranca), Lucia Zanoni (Cooperativa Spazio Aperto, Lazise e Castelnuovo). Tre i direttori: Chiara Brizzolari (Ipab San Pietro in Cariano), Andrea Pizzocaro (fondazione Villa Serena Bardolino) e Francesco Zantedeschi (Ipab Bussolengo).Il nuovo tavolo tecnico, in rappresentanza di tutte le tipologie delle case di riposo e dei 1354 posti letto, è stato presentato al Centro Servizi Morelli Bugna di Villafranca. «Non è mai esistito in questa Ulss – spiega Davide Tumicelli -. Non possiamo più permetterci di andare a chiedere le cose in ordine sparso, a seconda delle conoscenze. La situazione è difficile per tutti. Massima disponibilità e trasparenza nei confronti dell’utente. Se non sai quante impegnativa hai fai fatica a fare i bilanci. E’ un passo in avanti, ci si coordinerà anche negli acquisti di gruppo per risparmiare». L’obiettivo è un’equa distribuzione delle impegnative regionali per garantire un equilibrio gestionale. «Dal decesso dell’anziano all’arrivo del nuovo ospite non devono passare decine di giorni se c’è la possibilità di assegnare il posto a qualcuno con impegnativa regionale. Ora ci sono i posti accreditati ma ci sono anche 100 posti che non hanno impegnativa autorizzata che si riempiono con i privati. Se cadono tutti su una struttura questa muore». Si cercherà anche la massima collaborazione con la Conferenza dei sindaci che ha un ruolo importantissimo sulla programmazione. «Serve un confronto continuo anche per provvedere a un futuro dove la popolazione invecchia e cambiano i fabbisogni delle famiglie, per non dover sempre ricorrere i problemi. Dal 2000 doveva esserci la riforma delle Ipab che hanno costi decisamente non competitivi (superiori almeno del 15%).con altri competitori. Per maternità, 104 e malattie, per esempio, nelle fondazioni paga l’Inps, da noi l’ente stesso».

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line