Zamperini incendia una viabilità già rovente. “Hanno congestionato ancora di più il traffico”

Dopo l’ennesimo mercoledì “caldo“ in via Bixio, la questione viabilità approderà in consiglio comunale. Lo dice il capogruppo della Lista Tosi per Villafranca Luca Zamperini. “Più volte in passato abbiamo espresso forti perplessità in merito alle scelte viabilistiche fatte dall’Amministrazione, sottolineandone alcune criticità. Già un anno fa sia in Consiglio Comunale che a mezzo stampa avevamo evidenziato le difficoltà di coloro che uscendo da via Napoleone III (Villafranchetta, biblioteca, poste e futuro teatro) devono andare in direzione Mantova, le giuste rimostranze, suffragate anche da una raccolta firme, dei residenti di via Dante resa a senso unico, la difficoltà di chiunque ad andare in direzione Valeggio dal centro del paese ed infine il rischio, a causa proprio della variazione di alcuni sensi unici, di perdere le fermate dei bus in centro al paese.
Ad oggi tali problemi sono rimasti irrisolti ed anzi le recenti variazioni obbligate di percorso delle linee ATV, con conseguente spostamento delle fermate centrali del paese da CVE a via Bixio (dove attualmente i bus si fermano in mezzo alla strada), hanno di fatto reso ancor più congestionato il traffico in quest’ultima via, divenuta ormai impercorribile in alcuni orari ed il mercoledì mattina.
Chiediamo quindi ancora una volta all’Amministrazione di rivedere alcune scelte viabilistiche, anche perché, mancando il secondo tratto della Grezzanella di cui si sono perse le tracce, non vi sono valide alternative dal punto di vista viabilistico ed anche viale Olimpia e via Calatafimi, indicate dal primo cittadino quale alternative al passaggio dal centro e da via Bixio, sono molto congestionate nelle ore di punta (e tra l’altro l’incrocio tra via Calatafimi e via Custoza è piuttosto pericoloso).
Siamo preoccupati anche perché la riapertura dell’Ospedale porterà un significativo aumento di traffico e, oltre alla mancanza dei parcheggi in zona da noi più volte richiesti, la viabilità del capoluogo potrebbe divenire veramente insostenibile”.

ARTICOLI RECENTI

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line