Ecodent Point Alpo incerottata ma punta a vincere contro Carugate

Torna in campo l’Ecodent Point Alpo a 15 giorni di distanza dall’ultima gara con Marghera, stante la sosta forzata dello scorso weekend per gli impegni in nazionale di Marina Dzinic. La partita di stasera, sabato, con Carugate non vedrà scendere in campo al meglio la formazione di Nicola Soave: oltre a Dznic, il coach biancoblù ha dovuto fare a meno in queste due settimane di Giulia Monica che non si è allenata a causa di un fastidio al ginocchio. Comunque sia, stanche o incerottate, le veronesi devono tornare per forza al successo stasera con il Castel Carugate, quanto meno per riequilibrare il bilancio vittorie-sconfitte in casa che parla finora di 1 vinta e 3 perse. Oltre, naturalmente, a risalire in classifica e tenere a distanza un avversario pericoloso come Carugate. Sì, perché se è vero che le milanesi hanno iniziato il campionato con tre sconfitte consecutive, è altrettanto vero che ne hanno vinte due delle ultime quattro e soprattutto, in settimana, hanno inserito due nuove giocatrici: la veterana Zanon e la giovanissima Zanetti. Quest’ultima, 18enne, proveniente da Ariano Irpino e lo scorso anno in A2 ad Alghero, allungherà le rotazioni di coach Puopolo, ma Zanon potrebbe essere un crack a questo livello, sebbene sia ferma da circa due anni: 35 anni, 187 centimetri, fisico superatletico (è personal trainer nel suo centro fitness di Barlassina), nove anni di esperienza in A1 tra Schio, Taranto, Ribera, Parma e quattro al Geas; in Nazionale maggiore, 78 presenze e 299 punti, due Europei del 2007 e 2009 e la medaglia d’oro ai giochi del Mediterraneo sempre nel 2009… tanto per ricordare di chi stiamo parlando!
Ma torniamo in casa Alpo e diciamo che quella di stasera è la prima gara di un tour de force che vedrà in campo le biancoblù cinque volte in 15 giorni: dopo Carugate c’è il recupero martedì con il Sanga Milano, la prima di tre trasferte consecutive… Si proseguirà sabato 5 dicembre a Costa Masnaga e martedì 8 a Castelnuovo Scrivia, per chiudere con il match casalingo con Bolzano di sabato 12. «Si tratta di un ciclo di partite non certo semplici – commenta coach Nicola Soave (nella foto) – Soprattutto per il fatto che avremo tre trasferte di fila, però lo sapevamo e faremo di tutto per farci trovare pronti». Intanto pensiamo alla sfida odierna che non potete sbagliare: «Assolutamente; dobbiamo innanzitutto riscattare il passo falso con Marghera e tornare al successo in casa. L’importante sarà avere l’approccio giusto e dare continuità per tutti i 40 minuti: dobbiamo essere intensi e non afflosciarci come è successo con i Giants». Carugate vuole risalire la china e per questo è andata sul mercato: «Sì, l’arrivo di Zanon dimostra le ambizioni della società: oltre all’ex nazionale, dovremo stare attenti al play Stabile, ex Parma e Comense, alla guardia Frantini e alla straniera Koufogianni, pivot greco alla prima esperienza in Italia». La formazione lombarda può ruotare 12 giocatrici, tra cui Zuin, altro acquisto a stagione iniziate: «Sì, sono esperte e sicuramente il loro potenziale non è quello che oggi dice 2 vinte e 7 perse: sono sicuramente destinate a risalire la classifica, speriamo non inizino a farlo da oggi!».

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line