Provincia. Assegnate le deleghe con qualche sorpresa: Caldana, Faccioli, Bighelli

Dalle urne provinciali Villafranca è uscita sconfitta perché, rispetto a prima, ha perso due consiglieri (Claudia Barbera e Luca Zamperini) con l’unica conferma di Paolo Martari a cui si è aggiunto solo il sindaco Mario Faccioli (nella foto). Nell’area, però, anche Pino Caldana (Castel d’Azzano, nella foto), Albertina Bighelli (Sommacampagna, nella foto) e Francesco Bonfaini (Valeggio).
Oggi l’assegnazione delle deleghe del presidente Pastorello.
Lista 3 Centrodestra Verona, 9 consiglieri: Pino Caldana (vice sindaco Castel d’Azzano) è stato nominato vice presidente. A lui le deleghe a manutenzione e progettazione viabilistica; Giorgio Malaspina (assessore San Pietro di Morubio). lavoro, formazione professionale, servizi sociali; Mario Faccioli (sindaco Villafranca): ambiente e Protezione civile; Serena Cubico (consigliere Ferrara Monte Baldo): fondi comuni di confine, rapporti con Ue e montagna veronese; Andrea Sardelli (consigliere Comune Verona): rapporti con aziende ed enti partecipati; Matteo Pressi (consigliere Soave): trasporti, mobilità, traffico; Ilaria Cervato (consigliere Colognola ai Colli): gestione del patrimonio, risorse umane; David Di Michele (assessore Lavagno): istruzione, edilizia scolastica; Albertina Bighelli (consigliere Sommacampagna): cultura, identità veneta, manifestazioni.
Non hanno incarichi gli eletti delle altre due liste.
Lista 1 Verona Scaligera (Lista Fare e civici), 4 consiglieri: Zeno Falzi assessore Grezzana; Gaetano Nicoli consigliere comunale a Verona; Alessandro Perbellini consigliere San Giovanni Lupatoto; Francesco Bonfaini consigliere Valeggio.
Lista 2 Insieme per Verona (centro sinistra), 3 consiglieri: Stefano Ceschi consigliere Bussolengo; Paolo Martari consigliere Villafranca; Stefano Vallani consigliere Verona.

ARTICOLI RECENTI

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line