I botti si fanno attendere, ma poi è grande spettacolo

Mezz’ora di ritardo per l’inizio dei fuochi artificiali ma poi 25’ di grande spettacolo. A causare il ritardo è stato il ritardato nulla osta da parte dell’aeroporto per l’arrivo di tre aerei che dovevano atterrare al Catullo. Per ragioni di sicurezza il via libera è stato ritardato tra tensioni sempre più crescenti tra il sindaco e lo scalo e la gente che cominciava a spazientirsi.
«Non potevamo fare diversamente – commenta l’assessore Gianni Faccioli – ma alla fine l’attesa non è stata vana. E’ stato uno spettacolo che è piaciuto molto, arricchito dalla presenza delle fontane danzanti. La gente ha gradito e il lungo applauso finale lo dimostra. Abbiamo chiuso lasciando un bel ricordo della Fiera di San Pietro e San Paolo».

ARTICOLI RECENTI

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line