Modernità e tradizione nella la 61ª rivista dell’Aurora

Tutto esaurito e consensi nonostante quest’anno lo spettacolo sia stato molto diverso dalla rivista tradizionale. Va così in archivio la 61ª edizione della rivista proposta dalla Compagnia Fondazione Aurora. Preponderante lo schermo dove le scenografie tradizionali sono state sostituite da immagini. Davvero eccellente il balletto dei giornalisti iniziato sul palco e poi trasferito dal vivo sulla scalinata del Duomo. Mai come quest’anno un ruolo fondamentale lo ha svolto chi non appare sul palco, come i tecnici addetti a video, luci e suoni.
I balletti, che hanno portato sul palco della sala Ferrarini le danze tipiche di molte parti del mondo, sono stati accompagnati da immagini dei luoghi scelti, con eccellenti voci soliste (Laura Murari da brividi, Emanuele Zoccatelli squillante) coadiuvate da tutto il corpo di danza.
Nella parte di rivista tradizionale il re della risata resta Mariano Melchiori (65 anni) che interpreta un candidato sindaco alle elezioni. Pensa di stravincere, usa tutti i sotterfugi (come i politici doc), cerca di comprarsi i consensi, ma alla fine ottiene solo il suo voto e quello di due vecchietti che riesce a raggirare (prima li ‘‘lecca’’ e poi li prende a calci nel sedere appena hanno votato, tipico dei politici). Argomento quanto mai attuale visto che tra qualche mese si voterà anche a Villafranca. Ma spazio anche alle nuove generazioni con tre debuttanti: Serena Carollo, Alida Castelletti e Sara Vangelisti. La forza dell’Aurora sta nel trovare ogni anno il modo di rinnovarsi senza, però, perdere di vista le proprie origini. Perché innanzitutto il pubblico viene per ridere. E ha riso sicuramente nell’intervista finale. Il sindaco (Gian Melchiori) era stato muto per tutta la rivista non parlando più con nessuno: coi giornalisti, con l’opposizione e nemmeno con consiglieri e gli assessori della sua maggioranza che considera degli «inutili orpelli».Ma per uno abituato a parlare solo lui, era troppo dura. E così alla fine decide di esprimersi attraverso el mantoan. Un mix esilarante.

GUARDA LA FOTOGALLERY

ARTICOLI RECENTI

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line