Alpobasket ritrova la giusta via e tiene il passo delle prime

L’Ecodent Point Mep Alpo batte un colpo nel campionato di serie A2 di basket. La squadra di Soave cancella la sconfitta casalinga con Mantova andando a vincere con autorità sul campo dell’Autosped Castelnuovo Scrivia (61-80) con parziali 14-18 (14-18), 25-33 (11-15), 39-58 (14-25), 61-80 (22-22). In classifica non è cambiato niente perché anche Moncalieri e Crema hanno vinto ma è un segnale di vitalità confortante.
Miglior marcatrice Coser (nella foto) con 18, seguita da Mosetti 14 (nella foto), Policari 12, Dzinic 10, Granzotto e Vespignani 8, Reani e De Marchi 4, Bertoldi 2. Cosere e Mosetti, pur non tirando tantissimo (2), hanno avuto il 100% da 3 e ai liberi (2). Le biancoblù hanno faticato soltanto nel primo quarto, poi, una volta messo il naso avanti, non si sono più guardate indietro e non c’è stata più partita.
Coach Soave recupera in extremis Reani e Policari (ancora assente Dell’Olio) ma l’inizio del match è in salita per le veronesi. Colli guida le “giraffe” all’8-0 iniziale, l’Ecodent Point mette a segno soltanto 2 punti nei primi 5 minuti di gioco e Castelnuovo ne approfitta per raggiungere subito la doppia cifra di vantaggio (12-2). La rimonta biancoblù inizia con la tripla di Policari e si conclude con il cesto di Coser che chiude un terrificante break di 2-16 che permette all’Alpo Basket di chiudere il primo quarto avanti 14-18.
Nel secondo quarto le ospiti contengono l’energia delle piemontesi che arrivano tre volte a -1 (19-20, 21-22 e 23-24) ma non riusciranno più a mettere il naso avanti per il resto della serata. La tripla di Coser dà il via ad un nuovo parziale veronese che sarà di 2-9 e che viene favorito pure dal fallo antisportivo fischiato a D’Angelo. E’ Policari a segnarne 4 consecutivi e a siglare il +8 con cui si va all’intervallo lungo (25-33) con Castelnuovo che mette a segno soltanto 11 punti in tutto il secondo periodo.
L’amnesia offensiva dell’Autosped prosegue nella terza frazione: 1 punto segnato nei primi tre minuti e mezzo di gioco e Alpo che vola a +17 al termine di un break di 1-11 (26-43). Coser sembra infermabile (18 punti alla fine), mentre dall’altra parte soltanto la quarantenne Podrug fa la voce grossa (14 rimbalzi per lei stasera): il risultato è che Mosetti mette i liberi del +23 (30-53), Pavia si fa fischiare fallo tecnico e la contesa è oramai in ghiaccio.
Il quarto periodo inizia sul +19 (39-58), coach Soave concede spazio alle giovani De Marchi e Bertoldi e a metà tempo ecco il massimo vantaggio della serata (45-71). Coach Pozzi perde, per raggiunto limite di falli, Pavia e Bovecchio, ma i titoli di coda sono partiti da tempo: ora 16 giorni di sosta per l’Ecodent Point Mep che tornerà in campo soltanto lunedì 24 a Carugate.

ARTICOLI RECENTI

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line