Consorzio Custoza. Bricolo raccoglie la pesante eredità del compianto Piona

«Il pensiero di tutti è certamente rivolto al compianto Luciano Piona, con la promessa di dedicare il mio massimo impegno ad onorare questa carica». Queste le prime parole di Roberta Bricolo, nuovo presidente del Consorzio Tutela Vino Custoza DOC, eletta all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione. Piona, scomparso improvvisamente nelle scorse settimane, ha lasciato un grande vuoto. Persona stimata e capace che negli ultimi anni aveva cercato di portare il Custoza a livelli più alti. Ma il momento è delicato e il Consorzio aveva bisogna di una guida. Per cui l’intera filiera della denominazione si è raccolta nel lutto ed ha proceduto alla nomina con grande spirito collaborativo, di solidarietà e di grande partecipazione.
La neo-presidente, già avvocato del foro di Bologna, dal 2007 è membro residente del consiglio di amministrazione del consorzio del Custoza e dallo stesso anno si dedica esclusivamente all’Azienda vitivinicola di famiglia a Custoza. «Desidero ringraziare tutti i colleghi e i membri del Consiglio di Amministrazione che mi hanno affidato questo incarico così importante e delicato, anche considerato il difficile periodo storico che stiamo attraversando».
Sarà affiancata dai vice presidenti Alessandro Pignatti (Cantina di Custoza) ed Alberto Marchisio (Vitevis- Cantina di Castelnuovo) e con la collaborazione dell’intero consiglio di amministrazione, proseguirà il percorso di tutela della denominazione, ispirandosi con decisione ai principi di sostenibilità ed identità territoriale, dando altresì un forte impulso alla promozione del vino Custoza doc per far conoscere le grandi espressioni qualitative del vino di questo territorio unico.

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line