Domande fino al 3 marzo per il bando ristori della Regione gestito da Unioncamere Veneto

Ci sarà tempo fino alle ore 17.00 del giorno 3 marzo 2021 per la compilazione e la presentazione della domanda per la concessione di ristori, secondo il bando regionale, ad alcune categorie economiche soggette a restrizioni in relazione all’emergenza Covid. La domanda dovrà essere inviata esclusivamente per via telematica (restart.infocamere.it), attraverso le modalità indicate nel Bando che è gestito da Unioncamere Veneto, con il supporto operativo delle Camere di commercio. Il bando dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari a euro 18.365.921,05, messi a disposizione dalla Regione Veneto e cofinanziato dalle Camere di commercio di Padova, Treviso-Belluno, Venezia-Rovigo, Verona e Vicenza.
Qualora l’impresa presenti i requisiti richiesti nel bando e sia in regola dal punto di vista contributivo, le domande di contributo verranno accolte. Non si tratta di un bando che assegna i contributi in ordine cronologico fino ad esaurimento dei fondi. I contributi che verranno erogati, infatti, saranno calcolati in base al numero di domande che verranno presentate dalle imprese, le risorse finanziarie disponibili verranno divise equamente tra i richiedenti i ristori.
La misura è rivolta alle aziende iscritte al registro delle imprese e aventi una sede legale od operativa attiva in Veneto, che sono state che sono state colpite dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19 ed operanti nelle filiere di seguito specificate, in settori individuati da specifici codici Ateco:
filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie, etc.);
ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi (cosiddetti fieristi);
filiera trasporti persone;
filiera sport, intrattenimento, parchi divertimento e tematici (incluse le attività dello spettacolo viaggiante);
filiera attività culturali e spettacolo;
commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, libri e articoli di cartoleria;
esercizi all’interno di centri o parchi commerciali la cui attività è stata totalmente sospesa per effetto del DPCM 24 ottobre 2020 e successivi o delle successive ordinanze del Presidente della Giunta regionale del Veneto.

Scarica il bando. Clicca qui Coronavirus60

ARTICOLI RECENTI

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line