Racconta Villafranca. Il Bolisani rilancia il progetto di valorizzazione del territorio dal punto di vista storico e artistico

Promuove la conoscenza e la valorizzazione del territorio dal punto di vista storico e artistico, in relazione soprattutto al Risorgimento. E’ il progetto “Racconta Villafranca” che, con la ripresa della scuola in presenza, gli studenti dell’Istituto Ettore Bolisani di Villafranca ripropongono con rinnovato entusiasmo.
L’Istituto Bolisani è la prima scuola del territorio a stipulare una Convenzione con il Comune di Villafranca. «L’Amministrazione comunale sostiene e riconosce il valore culturale di questo percorso che rende gli studenti protagonisti del proprio sapere – commenta l’assessore Anna lisa Tiberio -, all’interno di un’azione didattica innovativa che pone al centro l’attività di ricerca e che ha già permesso a tali studenti di essere presenti in alcune fiere ministeriali (nella foto)».
Gli alunni delle classi quarte accompagneranno gli studenti del terzo anno della scuola secondaria di primo grado in una visita guidata ai luoghi storici e ai monumenti artistici più significativi di Villafranca, quali il Castello scaligero, la chiesa della Disciplina, il caffè Fantoni, il Duomo e soprattutto Palazzo Bottagisio, sede del trattato tra Napoleone III e Francesco Giuseppe, durante la II Guerra d’Indipendenza, e ora sede del museo del Risorgimento.
Durante il tour guidato, gli alunni del Bolisani avranno modo di spiegare la storia di Villafranca dalle origini al Risorgimento, tra aneddoti e curiosità, riferimenti letterari e artistici, approfondimenti sulla toponomastica, sui cittadini più illustri e sulle tradizioni, con simpatici intermezzi in lingua inglese.
Gli incontri avranno inizio a partire dal mese di novembre.
«Gli obiettivi principali del progetto – spiegala professoressa Alessandra Adami – sono da un lato favorire la conoscenza e la trasmissione della memoria culturale in cui affondano le nostre radici e da cui bisogna partire per costruire la propria identità, per comprendere il presente e progettare il futuro, dall’altro la valorizzazione di stili di apprendimento individuali e lo sviluppo di competenze spendibili nel mondo del lavoro».
Un ulteriore passo del progetto prevede, nella seconda parte dell’anno, la realizzazione di video per ogni monumento citato da inserire in appositi totem illustrativi, per favorire la promozione turistica del territorio.

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line