Lo scultore Finotti dona due opere al patrimonio artistico di Sommacampagna

Il maestro Novello Finotti, scultore veronese riconosciuto a livello internazionale, ha donato due opere al Comune di Sommacampagna, dove tutt’ora vive e lavora. «Va incontro – ha spiegato – al mio vivo desiderio di offrire al patrimonio artistico del Comune di Sommacampagna un esempio della mia produzione, motivato anche dalla rinnovata attività dell’Ente nei confronti dell’arte contemporanea e dalle iniziative che sta attuando per valorizzare gli artisti nel proprio territorio».
Finotti è uno dei grandi artisti della scultura contemporanea, l’unico vivente ad avere due opere conservate nella Basilica di San Pietro: la statua di cinque metri raffigurante Santa Maria Soledad Torres Acosta e il decoro della tomba di papa San Giovanni XXIII, sempre in Vaticano. A Verona, una menzione speciale meritano il bronzo dedicato al poeta Berto Barbarani in piazza Erbe e la ‘Via Crucis’ presente nella chiesa ‘Sacro Cuore di Gesù’ nel quartiere Pindemonte di Verona.
Alla consegna delle due sculture, erano presenti il sindaco Fabrizio Bertolaso e l’assessore alla Cultura Eleonora Principe che hanno portato il sentito ringraziamento da parte dell’intera Comunità all’attività artistica d’eccellenza del maestro Finotti. «È un onore per noi custodire opere del maestro Finotti nella Casa di tutti i cittadini, il Municipio» ha affermato il sindaco. «Il maestro Finotti – ha aggiunto Eleonora Principe – ha portato alto il nome di Sommacampagna in Italia e nel Mondo, attraverso l’arte della scultura. È grande la gratitudine nei suoi confronti, per la sua opera e l’emozione che ogni volta ci dona nell’apprezzarla»

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line