Cordioli non passa, Villafranca scompare dal consiglio provinciale

<!--8471-->Cordioli non passa, Villafranca scompare dal consiglio provinciale

Villafranca scompare dal consiglio provinciale. Ancora una volta non si è riusciti, a differenza di quanto fanno negli altri Comuni, a trovare un nome su cui far convergere tutti i voti. Del resto la storia insegna che Villafranca non riesce a mandare un rappresentante a Roma, a Venezia o nella stessa Provincia (quanto contava veramente). La persona più vicina al territorio è Albertina Bighelli (Consigliere di Sommacampagna, nella foto). Non c’è l’ha fatta, dunque, l’unico candidato villafranchese nelle liste, Adriano Cordioli (nella foto). Su 18 consiglieri villafranchesi di maggioranza (poi ci sono i 7 di opposizione), in 11 hanno votato la lista Amministratori Verona Scalzotto Presidente ma solo 8 hanno votato Cordioli.
«Dispiace che ancora una volta Villafranca abbia perso l’occasione – il suo commento -. Nessuna polemica, perché mi sono messo a disposizione solo per spirito di servizio senza pretendere nulla. Ma il primo Comune della Provincia che non riesce a trovare l’accordo per mandare un proprio rappresentante, nemmeno in un ente depotenziato come la Provincia, dovrebbe far pensare».
Incredibile, soprattutto perché il sistema elettorale è il cosiddetto “ponderato”, ovvero la preferenza espressa ha un peso differente in relazione al numero di abitanti dei Comuni degli amministratori chiamati al voto (in tutto oltre 1.100 votanti, ovvero l’86% dei 1.314 aventi diritto). E il voto dei villafranchesi… pesa molto.
I risultati. Per la lista 1 Insieme per Verona sono stati eletti: Luca Trentini (Sindaco di Nogarole Rocca) e Alessio Albertini (Sindaco di Belfiore); per la lista 2 Amministratori Verona Scalzotto Presidente: Albertina Bighelli (Consigliere di Sommacampagna), Loris Bisighin (Consigliere di Legnago), Michele Taioli (Consigliere di Illasi), Zeno Falzi (Consigliere di Grezzana), Silvio Salizzoni (Consigliere di Bussolengo), Mauro Gaspari (Consigliere di San Martino Buon Albergo), Federica Losi (Consigliere di Mezzane) e Carla Padovani (Consigliere di Verona); per la 3 Amministratori per il Territorio Scalzotto Presidente: David Di Michele (Consigliere di Lavagno), Roberto Brizzi (Sindaco di Bussolengo), Sergio Falzi (Consigliere di Castel D’Azzano), Ottorino Peretti (Consigliere di San Zeno di Montagna), Vladimir Castellini (Consigliere di Bovolone) e Diego Ruzza (Sindaco di Zevio). Per la lista 4 Civica per il Territorio, nessun eletto.
Alessio Albertini, Albertina Bighelli, Loris Bisighin, Zeno Falzi, Silvio Salizzoni, David Di Michele e Sergio Falzi erano consiglieri uscenti della precedente assemblea del Palazzo Scaligero.
Gli eletti, in tutto 16, rimarranno in carica due anni o comunque fino alla cessazione della carica di sindaci o consiglieri nei Comuni d’appartenenza. Il mandato del Presidente Manuel Scalzotto, invece, è di quattro anni e scadrà a fine ottobre 2022. Nella prima seduta del nuovo Consiglio Provinciale si terrà la convalida degli eletti.
Nella fase finale dei lavori dei seggi, la lista “Amministratori per il Territorio Scalzotto Presidente” – alla luce dell’esigua differenza di voti – ha indicato di riservarsi di richiedere verifiche in ordine ai voti dichiarati nulli.

Scarica i risultati. Clicca qui Provincia2021

ARTICOLI RECENTI

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line