Al Palazzetto dello Sport di Legnago 350 ginnaste per i campionati provinciali di ginnastica ritmica

Al Palazzetto dello Sport di Legnago 350 ginnaste per i campionati provinciali di ginnastica ritmica

(di Stefano Cucco) Legnago per un giorno diventa la capitale della ginnastica ritmica. Domenica 6 marzo, infatti il Palazzetto dello Sport ospita dalle ore 9, per la prima volta, un Campionato Provinciale di Ginnastica Ritmica organizzato dal comitato Provinciale di AICS di Verona in collaborazione con ASD Ginnastica Verona e con il patrocinio del Comune di Legnago. Partecipano ben 350 ginnaste dai 5 ai 17 anni provenienti da tutta la provincia di Verona.

“Siamo molto contenti di questa risposta da tutte le società, che danno valore anche alla nostra presenza a Legnago dal 2021”, afferma Marina Castellani, Presidente della ASD Ginnastica Verona, “e ringraziamo tutta l’Amministrazione legnaghese ed, in particolare, l’assessore Luca Falamischia per il patrocinio e il supporto a questi campionati e per la vicinanza nella nostra esperienza a Legnago, che ha trovato una bella risposta anche dalle famiglie”.

ASD Ginnastica Verona è nata come società con il desiderio e l’ambizione di poter dare un contributo sportivo, educativo e sociale, seguendo anche la crescita personale delle atlete. A Legnago dal 2021 svolge attualmente la sua attività di Ginnastica Ritmica presso la Palestra di Terranegra, Casette e Palasport grazie alla passione e alla competenza dell’insegnate tecnica Snezhana Kapitanova.

Questa disciplina, assieme alla raffinata qualità del controllo motorio, esalta la capacità di espressione e l’eleganza del gesto tecnico. La ginnastica ritmica (GR) sollecita le capacità coordinative sia di carattere generale, che specifico per il raggiungimento di abilità peculiari a corpo libero e nell’uso degli attrezzi, mantenuti sempre in movimento. Fune, cerchio, palla, clavette e nastro sono gli attrezzi della ginnastica ritmica, detti anche “piccoli attrezzi” in contrapposizione ai “grandi attrezzi” fissi della ginnastica artistica. Elemento caratterizzante la ginnastica ritmica è la componente musicale, sempre presente nella preparazione delle ginnaste e nelle routine di gara. La ginnasta sottolinea con il movimento gli accenti della musica e crea un connubio artistico tra il carattere del brano e l’espressività del gesto con varietà e dinamismo. La ginnastica ritmica è una specialità olimpica solo femminile e le competizioni possono essere individuali o di Squadra, detta di “Insieme”. La squadra è formata da cinque componenti che si muovono contemporaneamente sulla pedana, collaborando fra loro negli scambi di attrezzi e nella realizzazione di formazioni e di situazioni dinamiche molto coreografiche e spettacolari. Vengono utilizzati sempre 5 attrezzi, tutti dello stesso tipo o di due tipologie diverse. Negli esercizi individuali si apprezza l’alto grado di preparazione atletica e artistica delle ginnaste nella realizzazione degli elementi tecnici fondamentali a corpo libero: salti artistici, equilibri, rotazioni attorno all’asse longitudinale (pivot), con elementi di grande articolarità e onde, oltre a elementi di collegamento. Viene utilizzato sempre un solo attrezzo con il quale la ginnasta esprime tutta la propria destrezza nell’eseguire lanci, rotolamenti, rotazioni, palleggi, elementi di conduzione a seconda delle caratteristiche dell’attrezzo stesso. La varietà delle direzioni, delle forme, delle ampiezze, dei piani di lavoro, del ritmo e delle velocità sono altre componenti importanti per accrescere il livello tecnico delle composizioni.

ARTICOLI RECENTI

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line