SI RITORNA IN CAMPO: SONA A BERGAMO PER RACCOGLIERE PUNTI, VILLAFRANCA A MONTECCHIO PER ALLUNGARE. CASTELNUOVO CON L’AUDACE PER CONTINUARE A STUPIRE

SI RITORNA IN CAMPO: SONA A BERGAMO PER RACCOGLIERE PUNTI, VILLAFRANCA A MONTECCHIO PER ALLUNGARE. CASTELNUOVO CON L’AUDACE PER CONTINUARE A STUPIRE

(di Matteo Zanon) Domani alle 14.30 si ritorna in campo per un’altra domenica ricca di partite avvincenti. Nel girone B della serie D, il Sona di mister Damini, dopo il pareggio (1-1) contro lo Sporting Franciacorta, andrà a far visita alla Virtus Ciserano Bergamo, formazione che occupa l’ottavo posto in classifica con 37 punti (+8 sul Sona) e che nel girone di ritorno ha collezionato 4 sconfitte, 2 vittorie e 1 pareggio. Domenica scorsa sono stati fermati (3-1) dalla Virtus Giussano (a oggi 3 punti in meno del Sona) e anche il Sona proverà a rubargli punti utili a raggiungere prima possibile la salvezza. Gli undici del presidente Pradella hanno bisogno di un risultato utile e di dare continuità, dopo aver messo in fila sino fino a questo momento del girone di ritorno 1 sola vittoria, 1 pareggio e 4 sconfitte.

Tour de force per le squadre impegnate nel campionato di Eccellenza perché dopo il turno infrasettimanale di mercoledì, domani tornano in campo per la sesta giornata del girone di ritorno. Sfida al vertice tra la capolista Villafranca e la seconda, il Montecchio Maggiore. Il Villafranca domenica scorsa si è sbarazzato del Mozzecane con un poker mentre mercoledì ha regolato la pratica Pescantina (2-1) e di certo i ragazzi di mister Corghi non vorranno cedere punti alla rivale più accreditata per soffiargli il trono. Per ora i punti di vantaggio dei castellani sono 9 quindi, anche se dovessero incappare in una sconfitta, il primato parlerebbe ancora veronese. Dall’altra parte, il Montecchio domenica ha lasciato i tre punti al Montorio (2-1) mentre mercoledì non ha avuto problemi a portare a casa i tre punti in quel di Schio (3-0). Una sfida avvincente che non lesinerà dal bel gioco e dalle azioni da gol.

Può proseguire il momento d’oro il Vigasio di mister Spinale che dopo aver messo in fila tre vittorie consecutive (Mestrino Rubano, Pescantina e Valgatara) domani affronterà il fanalino di coda Team S.L. Golosine (9 punti) e a meno di clamorose sorprese potrà aggiungere altri tre punti ai 39 sin qui raccolti. Potrebbe essere una domenica ancor più importante se oltre alla vittoria il Villafranca tornasse da Montecchio con il bottino pieno per il Vigasio si tratterebbe di aggancio al secondo posto. Ogni partita è a sé ma gli indizi ci sono tutti.

Sfida di cartello anche quella tra Valgatara e Pescantina. Le due formazioni, a pari punti in classifica al settimo posto con 25 punti, non vogliono far scappare il treno di testa e per questo hanno bisogno dei tre punti. Il Pescantina in particolare ha bisogno di risollevarsi dopo un periodo difficile, visto che nelle ultime tre gare a raccolto zero punti. Nelle ultime due sfide di domenica e mercoledì è stato fermato da due potenze, Vigasio prima e Villafranca poi, ma nel girone di ritorno ha collezionato una vittoria, un pareggio e tre sconfitte.

Altra partita ostica per il Mozzecane del presidente Montefameglio. Domani i ragazzi di Preti ospiteranno la Belfiorese, formazione che occupa il quarto posto con 31 punti e che sta attraversando un buon momento di forma (due vittorie consecutive con Valgatara e Cologna Veneta). I rossoblu dopo il cambio di allenatore e i tre punti raccolti, sono incappati in due sconfitte contro Villafranca e Virtus Cornedo. Per la salvezza (dodicesimo posto con 13 punti) hanno bisogno di punti e proveranno a compiere l’impresa, nonostante tra le due formazioni ci siano 18 punti di distacco.

In Promozione la capolista Castelnuovo (nella foto) ospita l’Audace, nono posto con 21 punti e reduce dal pareggio a reti bianche con l’Isola Rizza. I neroverdi voglio continuare a stupire e a mantenere la testa della classifica e ci proveranno anche domani. Il Lugagnano di mister Santelli ospiterà l’Oppeano vittorioso domenica scorsa contro il Concordia (3-0) e piazzato al quinto posto, a -2 dalla quarta piazza. Il Lugagnano vuole tornare a fare punti dopo la sconfitta di misura di domenica scorsa in quel di Cerea. Il Povegliano di mister Taccardi (2 sconfitte e un pareggio dopo tre gare del girone di ritorno) è chiamato alla prova Albaronco, formazione con 9 punti in più e con altre ambizioni rispetto alla società del presidente Fabris. I biancazzurri proveranno a sfruttare il fatto casa cercando di strappare punti utili per la salvezza che, ora come ora, non è garantita.

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line