SONA, SCONFITTA CHE COSTA LA PANCHINA A DAMINI. RISCATTO PESCANTINA, VIGASIO SEMPRE PIU’ SU E IL VILLAFRANCA RACCOGLIE UN PUNTO A MONTECCHIO

SONA, SCONFITTA CHE COSTA LA PANCHINA A DAMINI. RISCATTO PESCANTINA, VIGASIO SEMPRE PIU’ SU E IL VILLAFRANCA RACCOGLIE UN PUNTO A MONTECCHIO

(di Matteo Zanon) Un turno di alti e bassi per le squadre del villafranchese impegnate nei campionati di serie D, Eccellenza e Promozione.

Partendo dalla serie D, Il Sona incappa in un’altra sconfitta: in quel di Bergamo contro la Virtus Ciserano incassa un passivo di 3-1. I rossoblù non riescono a dare continuità e scivolano nella zona play-out (29 punti). Questa sconfitta ha portato la società alla decisione di esonerare mister Damini che, dopo aver portato la formazione veronese alla salvezza nella passata stagione, in questa in corso non è riuscito a convincere la società a rimanere alla guida fino al termine.

Coach Damini, esonerato ieri dal Sona

In Eccellenza la capolista Villafranca riesce a portare a casa un punto dall’inseguitrice Montecchio Maggiore. La partita termina 2-2 e come da previsione non sono mancati i gol e non è mancato lo spettacolo. Con questo punticino il Villafranca sale a 52 mantenendo sempre 9 punti di vantaggio proprio sui vicentini. Chi non smette di stupire è il Vigasio che mette in fila la quarta vittoria consecutiva contro il fanalino di coda Team S.L. Golosine (2-0) e vola a 42, rosicchiando due punti al Montecchio ora distanziato solamente di un punto.

Si riscatta il Pescantina che vince la sfida tra pari classifica con il Valgatara. Nel basso veronese i ragazzi di Orfei si impongono con il minimo scarto (1-0) e salgono al quinto posto, a 28 punti assieme al Montorio (1-1 a Garda). Non riesce a invertire la rotta invece il Mozzecane di Preti che sul campo di casa cede alla Belfiorese e al triplice fischio finale la contesa finisce sul 2-1 per gli avversari. La classifica per i rossoblù piange: penultimo punto con 13 punti (+4 sull’ultima e -1 dello Schio terzultimo).

Per quanto riguarda la Promozione, il Castelnuovo continua a mettere in cascina punti e si candida alla vittoria del campionato. Tra le mura amiche i neroverdi si impongono 2-0 contro i rossoneri dell’Audace. Ora sono a quota 37, a +2 sul Cerea (domenica 13 marzo ci sarà lo scontro al vertice tra le due squadre). Domenica da dimenticare per Lugagnano e Povegliano che in casa prendono tre schiaffi (0-3), rispettivamente contro Oppeano e Albaronco. Le posizioni in classifica per le due formazioni allenate da Santelli e Taccardi rimangono invariate: ottavo posto con 21 punti per il Lugagnano mentre terzultimo posto a quota 15 per i biancazzurri del Povegliano.

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line