Isola della Scala, la digitalizzazione dell’archivio affidata al Collegio dei Geometri

Isola della Scala, la digitalizzazione dell’archivio affidata al Collegio dei Geometri

(di Stefano Cucco) Il Collegio dei geometri di Verona al fianco dell’Amministrazione comunale di Isola Della Scala per scansionare e rendere digitali le pratiche edilizie conservate, in formato cartaceo, nell’archivio comunale. In questi giorni, infatti, Fiorenzo Furlani, presidente del Collegio dei geometri di Verona ha firmato in Municipio un protocollo d’intesa, che prevede l’impegno dei geometri professionisti veronesi nella scansione delle pratiche edilizie. Insomma, il Collegio dei geometri mette a disposizione la propria “task force digitale” in aiuto dell’Amministrazione isolana.

Per il Comune ha sottoscritto il protocollo l’ingegner Nicola Tosato, che ricopre la carica di responsabile direzione Territorio, Lavori pubblici e Patrimonio, alla presenza dell’assessore all’Edilizia privata Matilde Perbellini. Sono sei i geometri professionisti che, a coppie, si turneranno una volta a settimana per digitalizzare l’archivio edilizio di Isola della Scala, a partire dalla fine di aprile. Il progetto di digitalizzazione portati avanti dal Collegio dei geometri è partito lo scorso anno con la collaborazione con l’Amministrazione di Verona.

Attualmente sono oltre una decina i Comuni veronesi in cui i geometri professionisti sono attivi nella scansione e nella digitalizzazione dei documenti cartacei. Complessivamente, la task force dei geometri volontari è composta da più di cento professionisti. Nel Municipio di Isola della Scala, l’impegno dei geometri nella scansione delle pratiche edilizie durerà almeno un anno.

“Ringrazio i colleghi”, afferma Fiorenzo Furlani, “che, gratuitamente, hanno deciso di mettersi a disposizione dei cittadini, con la propria professionalità. Il nostro impegno ha come obiettivo quello di dare un contributo concreto alla digitalizzazione delle pratiche giacenti negli archivi Edilizia dei Comuni. Un aiuto concreto”, prosegue il presidente, “soprattutto in questo momento storico, in cui l’aumento delle richieste di accesso agli atti, legato alla possibilità di utilizzare il Bonus 110% e gli altri sgravi fiscali, ha allungato i tempi d’attesa per i cittadini. L’intervento dei geometri non risolverà il tema della digitalizzazione della pubblica amministrazione, ma sarà utile per dare risposte in tempi più rapidi ai cittadini che chiedono di poter accedere ai bonus fiscali e che, per questo, hanno bisogno di verificare le pratiche riguardanti i propri immobili. La variabile tempo è determinante”, conclude il presidente. “Ci sono precise scadenze entro cui i cittadini devono presentare domanda e, come geometri, ci mettiamo a disposizione della comunità”.

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line