Peschiera. Conferita la cittadinanza onoraria a Tina Montinaro, moglie del capo-scorta di Falcone, morto nella strage di Capaci

Peschiera. Conferita la cittadinanza onoraria a Tina Montinaro, moglie del capo-scorta di Falcone, morto nella strage di Capaci

Questa mattina, a conclusione della seduta del consiglio comunale di Peschiera, il sindaco Orietta Gaiulli, ha letto la delibera con la quale è stata concessa, con voto unanime, su richiesta della Scuola Allievi Agenti di Polizia, la cittadinanza onoraria alla signora Tina Montinaro.
Un importante segno di ringraziamento a chi per diversi anni ha permesso di ospitare la QS15, i resti della Fiat Croma blindata, ormai conosciuta come “Quarto Savona 15”, dal nome della sigla radio attribuita agli uomini della scorta di Giovanni Falcone, davanti all’ingresso dell’istituto di formazione, divenendo luogo di pellegrinaggio per studenti e turisti; un ringraziamento per chi ha portato e sta continuando a portare avanti la memoria di tutti i Poliziotti caduti in servizio e per chi sta continuando a far camminare la QS15. Il sindaco prima della lettura ha sottolineato come in questo modo si è simbolicamente concessa la cittadinanza anche ai colleghi Antonio, Vito e Rocco, uccisi dalla mafia, il 23 maggio del 1992, nella strage di Capaci.
Al termine della lettura è partito un emozionato applauso del direttore della Scuola Allievi Agenti, di una rappresentanza di allievi del 216° corso e di alcuni componenti della sezione ANPS di Peschiera.

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line