Quarta edizione del Festival del Giornalismo organizzata dall’associazione culturale Heraldo e dal Comune di Verona. Si aprirà il 27 febbraio alle 21 alla Fucina Machiavelli, che sarà anche la sede dell’edizione di quest’anno, ma che avrà delle sessioni anche all’Università, preso la S. Marta, alla Biblioteca Civica e allo spazio Habitat 83 a S.Lucia.

Un festival nella città per la città, con 60 relatori5 comuni della provincia coinvolti e tanti nomi del giornalismo ed esperti di vari settori che si confronteranno sui grandi temi di oggi.

“inSostenibile-Quando le news sfidano gli eventi” è il titolo della quarta edizione che intende mettere in luce le difficoltà di fare informazione oggi, tra le innumerevoli fonti informative, che a prescindere dalla verifica delle fonti, contribuiscono a dare una lettura dei fatti a volte lontana dalla realtà.

Femminismo, politica, satira, ambiente, intelligenza artificiale, sport, immigrazione, carceri, criminalità sono i temi del Festival.

All’ambiente saranno dedicati due incontri. Il primo l’1 marzo alle 10,30 all’Università dal titolo “Il futuro nelle nostre mani” con Cristina Silvieri e Annalisa Corrado, e l’altro alla Fucina Machiavelli domenica 3 marzo alle 10 dal titolo “Il futuro del pianeta: dai combustibili fossili a un modo nuovo di creare energia , evitando scorciatoie” con Filippo Taglieri.

Il Festival sarà arricchito dalla partecipazione mdi una sessantina di ospiti. Fra questi Remo Anzovino, cofondatore de Il Fatto Quotidiano, Peter Gomez, direttore dello stesso giornale, Annalisa Corrado, ingegnere ed ecologista, il reperte Cosimo Caridi, il direttore de il Manifesto l’Andrea Fabozzi, lo scrittore Christian Raimo e il regista Alberto Puliafito.

Il Festival è preceduto da due Anteprime. Giovedì 22 a Valgatara c’è stato l’incontro “Le pietre raccontano la Valpolicella”.

Sabato 24 febbraio nella sede di Habitat 83 in via Mantovana ci sarà una riflessione sulla condizione carceraria con don Carlo Vinco, garante dei detenuti, e  Federico Fiocco, psicologo dell’Ordine Penitenziario. Quindi un confronto fra l’assessore alla Sicurezza del Comune di Verona, Stefania Zivelonghi, e il presidente della Camera Penale, Paolo Mastropasqua.

Dal 20 marzo al 6 maggio si svolgerà l’Extra Festival nei comuni di Legnago, Povegliano, Bardolino e Valgatara.

«Informare correttamente è sempre più importante, oserei dire vitale- dichiara l’assessore alla cultura del Comune di Verona Marta Ugolini– in un’epoca caratterizzata dalla polarizzazione portata dagli algoritmi e dalle continue manipolazioni della comunicazione sui social media ma non solo.

Anche i giornalisti dei media tradizionali sono chiamati a interrogarsi sulla propria capacità di essere custodi del dibattito pubblico, senza soccombere al populismo mediatico, né entrare in simbiosi con i governanti e la politica. Ben venga dunque il Festival del giornalismo a Verona ,con un articolato programma che abbraccia il rapporto fra giornalismo e potere e il ruolo della comunicazione in politica e tocca una varietà di temi, dai conflitti bellici al femminismo, all’intelligenza artificiale».