Acque Veronesi ha annunciato l’introduzione di una nuova polizza assicurativa contro le perdite occulte, offrendo una tutela finanziaria agli utenti che desiderano proteggersi dagli imprevisti costi derivanti da perdite non visibili nel proprio impianto idrico.

Chiunque si sia trovato a fronteggiare una bolletta dell’acqua spropositatamente alta sa bene cosa significhi avere a che fare con una perdita occulta. Queste perdite sono difficili da individuare perché avvengono all’interno di tubazioni interrate o nascoste in pareti e pavimenti, causando un elevato consumo d’acqua non rilevato immediatamente e, di conseguenza, bollette molto elevate. Da oggi, grazie alla nuova polizza assicurativa offerta da Acque Veronesi, gli utenti potranno proteggersi da questi imprevisti.

acque veronesi

La nuova polizza coprirà i costi aggiuntivi dovuti a perdite occulte a valle del contatore, esonerando quindi Acque Veronesi da responsabilità diretta. Sarà disponibile per privati, condomini e imprese, con costi variabili in base alla tipologia di utenza e al consumo annuo. Gli utenti domestici residenti, ad esempio, pagheranno un premio annuale compreso tra 6 e 18 euro, in base al consumo medio.

In caso di accertata perdita occulta, l’assicurazione rimborserà il costo aggiuntivo dell’acqua consumata a causa della perdita, dopo aver applicato le tutele già previste da Acque Veronesi. Questo significa che l’utente assicurato pagherà solo il costo del servizio che avrebbe utilizzato in assenza di perdita.

La polizza è frutto di un accordo tra Acque Veronesi, il Consiglio di Bacino e diverse associazioni dei consumatori, tra cui Adiconsum, Movimento Consumatori Verona e Lega Consumatori Verona. La presentazione ufficiale è avvenuta alla presenza di importanti figure istituzionali e rappresentanti delle associazioni, tra cui il presidente di Acque Veronesi, il presidente del Consiglio di Bacino, Andrea Guastamacchia, Davide Cecchinato, Monica Multari ed Emanuele Caobelli.

acque veronesi

Tutti gli utenti di Acque Veronesi, anche quelli non assicurati, beneficiano già di un rimborso per l’intera maggiorazione dei costi di fognatura e depurazione sul consumo anomalo, oltre a uno sconto di circa il 60% sull’acqua consumata a causa della perdita. Tuttavia, il monitoraggio delle perdite sull’impianto privato resta responsabilità del cittadino o dell’impresa, mentre Acque Veronesi si occupa della rete fino al contatore.

Per promuovere questo nuovo servizio, Acque Veronesi ha deciso di inviare a tutti gli utenti un questionario di gradimento sull’Azienda e sulle sue attività. Coloro che compileranno il questionario e attiveranno la domiciliazione bancaria e la bolletta via e-mail riceveranno gratuitamente la polizza contro le perdite occulte fino al 31 dicembre 2024, con un rinnovo automatico a circa 10 euro l’anno.

Il presidente di Acque Veronesi ha spiegato: “La polizza è uno strumento pensato per proteggere i nostri utenti, concordato con il Consiglio di Bacino e le associazioni dei consumatori per garantire massima trasparenza e vantaggi per i cittadini. Il questionario di gradimento che invieremo ai nostri 358.000 utenti ci aiuterà a migliorare ulteriormente i nostri servizi.”

Il presidente del Consiglio di Bacino Veronese ha aggiunto: “La questione delle perdite occulte è ben nota e con questa polizza vogliamo offrire un ulteriore strumento di protezione per gli utenti, grazie alla collaborazione di Acque Veronesi e delle associazioni di categoria.”

Davide Cecchinato di Adiconsum Verona: “Accogliamo favorevolmente questa iniziativa, poiché gran parte dei reclami che riceviamo riguarda proprio le perdite occulte. Una soluzione preventiva come questa può ridurre significativamente il contenzioso.”