Aperto alla Casa di Riposo un centro per gestire le prenotazioni Fidas

Un ufficio alla Casa di Riposo a disposizione della Fidas per le prenotazioni. L’iniziativa è stata presentata ieri pomeriggio. «Il vicesindaco Terilli e Fidas mi hanno fatto presente questa necessità – spiega il presidente Davide Tumicelli – e così abbiamo messo a disposizione gratuitamente questa stanza. Qui faranno le prenotazioni. Nonostante quello che è successo qualche settimana fa continuiamo nell’azione voluta da tutto il Consiglio di aprire la struttura al territorio. Con la Fidas abbiamo voluto dare un messaggio chiaro di politica non solo assistenziale ma anche sociale. Ricordo che abbiamo rinnovato le convenzione con il Bolisani con 50 ragazzi che partecipano al corso per volontari».
Nicola Terilli è soddisfatto per la rapida soluzione: «Sono stato contattato dal presidente della Fidas Elisa Residori che mi ha presentato il nuovo modello di prenotazione che verrà messo in campo dalla Fdas provinciale che ha dovuto superare qualche resistenza. Va nell’ottica di organizzare meglio la programmazione delle donazioni. Serviva un punto di riferimento per le sezioni del comprensorio dove espletare questa azione. Uno spazio protetto con un minimo di tranquillità. Ho ricevuto subito l’assenso della Casa di Riposo. Il Veneto, che pure è una regione virtuosa sotto questo profilo, ha bisogno sempre di azioni costanti per diffondere la cultura della donazione, soprattutto tra i giovani. Come Comune abbiamo fatto un progetto nelle scuole con Fidas Alpo e Dossobuono. Auspico che questo ufficio poi venga ospitato all’ospedale».
La presidente Elisa Residori sottolinea l’ obiettivo da raggiungere: «Serve per gestire al meglio il tempo dei donatori e per ottimizzare le donazioni. Cerchiamo di strutturare la cosa per avere meno sprechi possibile».
Sono stati Istituiti due uffici di chiamata, l’altro è a Castelnuovo. «Qui verranno fatte chiamate dalle 18.30 alle 20.30 martedì e giovedì – spiega Gianluca Gianola, coordinatore Fidas -. Ci arrivano le liste da Verona che ci dicono chi chiamare. Chi arriva al Centro trasfusionale troverà i nomi in lista. Chi non è prenotato dovrà aspettare. Questo speriamo che induca tutti a servirsi del servizio di prenotazione. Manca la periodicità delle donazioni. Una volta venivano da soli, ora bisogna stimolarli». Per essere donatori basta avere dai 18 ai 65 anni,, pesare almeno 50 chili ed essere in buona salute. Il numero verde da chiamare è 800310611.

ARTICOLI RECENTI

SEGUICI

Facebook
LinkedIn

NEWSLETTER

L’editore è Giornale Adige Srl, con sede a Verona, in Piazza Cittadella 16, che già edita giornaleadige.it e aderisce ad ANSO, l’Associazione Nazionale degli Editori on line